Compartment syndrome: anatomy, causes and treatments

Hospitals and new technologies: Holey orthopedic braces
Hospitals and new technologies
28/06/2018
Tendon cyst: find it out with Holey
Tendon Cysts: anatomy, causes and treatments
28/06/2018
Compartment syndrome: find out what it is with Holey

La sindrome compartimentale si verifica quando la pressione nei muscoli si accumula, facendo diminuire il flusso di sangue, e quindi di ossigeno e sostanze nutritive necessarie, verso l’area interessata. È una patologia molto dolorosa e di solito si verifica nelle braccia o nelle gambe.

 

Esistono due tipi di sindrome compartimentale, acuta e cronica. La prima è solitamente causata da una grave lesione, può causare danni muscolari permanenti e per tanto va trattata come un’emergenza medica; La seconda non rientra nelle emergenze mediche ed è solitamente causata da un sforzo atletico ricorrente. La sindrome compartimentale di solito si verifica nella parte anteriore, o frontale, del polpaccio. Può anche verificarsi in altri compartimenti della gamba, braccia, mani, piedi e glutei.

 

Anatomia della sindrome compartimentale

I gruppi di muscoli, nervi e vasi sanguigni coperti da una membrana dura, detta fascia, sono detti compartimenti. Questa fascia ha il ruolo di mantenere tutti i tessuti nella corretta posizionePoiché la fascia non si allunga facilmente, qualsiasi gonfiore o sanguinamento in un compartimento mette sotto pressione i capillari, i nervi e i muscoli all’interno dello stesso. Questo può ridurre la quantità di nutrienti e di sangue ricco di ossigeno che raggiunge le cellule e i nervi. Senza un apporto costante di sangue, le cellule possono essere danneggiate e di conseguenza morire.

 

Cosa causa la sindrome compartimentale?

Sindrome compartimentale acuta

La sindrome compartimentale acuta è solitamente causata da una lesione grave, come un incidente d’auto o una frattura. Raramente può anche svilupparsi dopo un lieve infortunio. Spesso si verifica quando un vaso sanguigno resta bloccato per diverse ore, ostruendo la circolazione. Ciò può accadere durante un intervento chirurgico in cui si è dovuto riparare un vaso, oppure rimanendo troppo a lungo nella stessa posizione. Fortunatamente la maggior parte delle persone si muove nel sonno. Può essere causata anche da uso di steroidi anabolizzanti, gessi e bendaggi troppo stretti, ustioni.

 

Sindrome compartimentale cronica

La sindrome compartimentale cronica è caratterizzata da dolore e gonfiore, e di solito è causata da un esercizio fisico troppo intenso. Gli atleti con sindrome compartimentale cronica di solito provano dolore e senso di oppressione per 20-30 minuti dopo l’esercizio. Le attività di movimento ripetitivo (ciclismo, nuoto, corsa) hanno più probabilità di causare la sindrome compartimentale cronicaQuesto tipo di sindrome compartimentale si manifesta durante o a fine allenamento.

 

Quali sono i segni e i sintomi?

I sintomi principali della sindrome compartimentale acuta sono:
Dolore: estremo e sproporzionato rispetto alla ferita. È persistente, progressivo e non si ferma. È reso peggiore dal tocco, dalla pressione, dall’elevazione e dall’allungamento.
Stretching passivo: i muscoli privi di sangue sono molto sensibili allo stretching, quindi l’estensione dell’arto colpito porta a un dolore notevole.
Parestesia: sensazione strana, come formicolio o puntura, a volte descritta come spilli e aghi.
Pallore: gli arti colpiti possono essere di colore pallido o scuro a causa della mancanza di sangue.
Impulso: potrebbe esserci un polso debole o assente dal compartimento interessato.
La sindrome compartimentale cronica può causare dolore o crampi durante l’esercizio, ma di solito scompare quando l’attività si interrompe. Tende ad accadere nella gamba e i sintomi possono includere intorpidimento, difficoltà a muovere il piede e visibile rigonfiamento del muscolo.

 

Opzioni di trattamento

L’unica opzione per trattare la sindrome compartimentale acuta è la chirurgia. La procedura, chiamata fasciotomia, prevede che un chirurgo faccia un taglio nella fascia per alleviare la pressione. Le opzioni per trattare la sindrome compartimentale cronica, invece, includono fisioterapia, solette e scarpe ortopediche e farmaci antinfiammatori. Spesso l’intervento è seguito da un ciclo di fisioterapia per facilitare il processo di recupero.

 

Prospettiva

Nella sindrome compartimentale acuta, la pressione deve essere alleviata rapidamente. Se non lo è, le cellule possono diventare permanentemente danneggiate o addirittura morire. La diagnosi precoce della sindrome compartimentale è vitale per evitare la disabilità a lungo termine. Un trattamento rapido può assicurare che l’afflusso di sangue sia ripristinato nell’area interessata prima che si verifichino danni su lungo termine. Questo non è il caso della sindrome compartimentale cronica, che di solito si risolve fermando l’esercizio che causa il problema. Di solito non è pericolosa.

 – Gabriel Scozzarro

 

Scopri i tutori su misura realizzabili con la stampa 3D

 

 

Scarica la brochure di Holey!

Lascia qui la tua mail e riceverai il nostro PDF

Il tuo nome

La tua email


Get the brochure!

Leave here your E-mail and you will recive the brochure in PDF

Your name and lastname

Your E-mail