fbpx

La vitamina D aiuta con le fratture. Vero o falso?

E’ colpa dello smartphone se sentiamo dolore alla mano?
04/03/2020

La vitamina D è una sostanza scarsamente presente negli alimenti composta in realtà da un gruppo di 5 diverse vitamine, D1, D2, D3, D4 e D5. Abbiamo chiesto ai nostri esperti in ortopedia e traumatologia se una grande assunzione di integratori a base di vitamina D possa aiutare durante la guarigione da una frattura.


La vitamina D è una sostanza fondamentale per il nostro corpo anche se è diventata famosa e popolare particolarmente per il suo ruolo nell’abbronzatura.
Un’altra ragione per cui la vitamina D è diventata famosa anche nella cultura popolare è per il suo ruolo svolto per mantenere una buona funzionalità delle ossa.
Questa convinzione deriva dal fatto che la carenza di vitamina D determina osteoporosi che a sua volta aumenta la probabilità di fratture ossee, quindi è facile pensare che, se si assumesse una grande dose di vitamina D, le mie ossa staranno meglio.

In realtà è ampiamente dimostrato nella letteratura scientifica che una mancanza di vitamine, indipendentemente dal tipo, sia dannosa per l’organismo ma un eccesso non è detto che sia vantaggioso e in alcuni casi anche pericoloso. Ad esempio:

  • Un eccesso di vitamina A può essere cancerogeno
  • Un eccesso di vitamina C viene rapidamente eliminato attraverso l’urina, impegnando inutilmente la funzione renale
  • Un eccesso nel’assunzione di vitamina D è totalmente non necessario, infatti salvo in casi rari ed eccezionali basterebbe una breve e regolare esposizione al sole per crearne la giusta dose per il nostro corpo.

Abbiamo chiesto se fosse vero o falso che un’assunzione straordinaria di vitamina D attraverso i vari integratori presenti sul mercato possa prevenire o velocizzare la guarigione di fratture ossee. La risposta è stata netta:

FALSO

La vitamina D è una vitamina scarsamente presente negli alimenti, che viene sintetizzata dal nostro organismo attraverso l’assorbimento dei raggi del sole operato dalla pelle. È liposolubile, cioè viene accumulata nel fegato: il corpo la rilascia a piccole dosi quando l’organismo ne ha bisogno, e non è quindi necessario assumerla con regolarità attraverso l’alimentazione.

Tra le sue varie funzioni, la vitamina D è adibita alla regolazione del metabolismo del calcio e contribuisce a mantenere i livelli di calcio e fosforo nel sangue nella norma. 

Una carenza di vitamina D incide certamente sulla calcificazione delle ossa, provocando patologie che vanno dal rachitismo alle deformazioni ossee, così come può essere responsabile di osteomalacia – patologia che riguarda tutte quelle situazioni in cui l’osso appare esternamente integro ma al suo interno vi è un quantitativo insufficiente di minerali -. 

La vitamina D è una vitamina scarsamente presente negli alimenti, che viene sintetizzata dal nostro organismo attraverso l’assorbimento dei raggi del sole operato dalla pelle. È liposolubile, cioè viene accumulata nel fegato: il corpo la rilascia a piccole dosi quando l’organismo ne ha bisogno, e non è quindi necessario assumerla con regolarità attraverso l’alimentazione.

Tra le sue varie funzioni, la vitamina D è adibita alla regolazione del metabolismo del calcio e contribuisce a mantenere i livelli di calcio e fosforo nel sangue nella norma. 

Una carenza di vitamina D incide certamente sulla calcificazione delle ossa, provocando patologie che vanno dal rachitismo alle deformazioni ossee, così come può essere responsabile di osteomalacia – patologia che riguarda tutte quelle situazioni in cui l’osso appare esternamente integro ma al suo interno vi è un quantitativo insufficiente di minerali -. 

Tuttavia, l’idea che una sovrabbondanza di vitamina D prevenga le fratture è assai improbabile: non abbiamo prove convincenti o studi sufficientemente ampi per approvare questa tesi.

La vitamina D è una vitamina scarsamente presente negli alimenti, che viene sintetizzata dal nostro organismo attraverso l’assorbimento dei raggi del sole operato dalla pelle. È liposolubile, cioè viene accumulata nel fegato: il corpo la rilascia a piccole dosi quando l’organismo ne ha bisogno, e non è quindi necessario assumerla con regolarità attraverso l’alimentazione.

Tra le sue varie funzioni, la vitamina D è adibita alla regolazione del metabolismo del calcio e contribuisce a mantenere i livelli di calcio e fosforo nel sangue nella norma. 

Una carenza di vitamina D incide certamente sulla calcificazione delle ossa, provocando patologie che vanno dal rachitismo alle deformazioni ossee, così come può essere responsabile di osteomalacia – patologia che riguarda tutte quelle situazioni in cui l’osso appare esternamente integro ma al suo interno vi è un quantitativo insufficiente di minerali -. 

La vitamina D è una vitamina scarsamente presente negli alimenti, che viene sintetizzata dal nostro organismo attraverso l’assorbimento dei raggi del sole operato dalla pelle. È liposolubile, cioè viene accumulata nel fegato e il corpo la rilascia a piccole dosi quando serve, quindi necessario assumerla con regolarità attraverso l’alimentazione.
Come anticipato anche sopra la vitamina D è adibita alla regolazione del metabolismo del calcio e contribuisce a mantenere i livelli di calcio e fosforo nel sangue nella norma. 
Una carenza di vitamina D incide quindi certamente sulla calcificazione delle ossa, provocando patologie che vanno dal rachitismo alle deformazioni ossee, così come può essere responsabile di osteomalacia, patologia presente in tutte le situazione in cui l’osso appare perfettamente integro esteriormente ma presente problematiche al suo interno.

Nonostante questo, l’idea che una sovrabbondanza di vitamina D prevenga le fratture è assai improbabile. Infatti non vi sono prove scientifiche che supportino questa tesi: recentemente sono stati analizzati 81 studi clinici che riportano i risultati di ben 51 mila pazienti e non si osservato nessun miglioramento nel trattamento di fratture.


Se sei interessato su come applicare la stampa 3D nel tuo reparto di ortopedia scopri le nostre soluzioni di stampa 3D per tutori ortopedici su misura.

Ottieni un tutore