Cosa è il gomito del golfista e come viene trattato?

Quali sono le cause del dolore all’avambraccio: scopri cos'è con Holey
Quali sono le cause del dolore all’avambraccio
19/04/2018
Cosa potrebbe causare il dolore osseo: scopri cos'è con Holey
Cosa potrebbe causare il dolore alle ossa?
24/05/2018
Cosa è il gomito del golfista e come viene trattato: scopri cos'è con Holey

L’epicondilite mediale è un tipo di tendinite, ovvero una condizione caratterizzata da infiammazione o irritazione di un tendine. Nel caso dell’epicondilite mediale, uno sforzo eccessivo od una lesione causano piccole lacerazioni del tendine che collegano il gomito al polso. Queste lacerazioni causano dolore e gonfiore al tendine. Una persona con epicondilite mediale generalmente avverte dolore quando piega il polso verso l’avambraccio.

Anche se spesso indicato come gomito del golfista, questa condizione può colpire chiunque svolga un’attività che mette a dura prova il polso e l’avambraccio.
In questo articolo esaminiamo i sintomi e le cause dell’epicondilite mediale ma anche le opzioni di trattamento disponibili, tra cui una serie di esercizi che possono aiutare.

 

SINTOMI

Il gomito del golfista o epicondilite mediale nel braccio dell’uomo è causa di un forte dolore.
I sintomi dell’epicondilite mediale possono svilupparsi lentamente, in particolare quando la condizione è stata causata da un uso eccessivo dell’articolazione. Altre persone possono sviluppare sintomi improvvisamente, specialmente in caso di lesioni severe.
I sintomi associati all’epicondilite mediale possono essere lievi o gravi. Alcuni includono:
  • dolore quando si flette il polso verso l’avambraccio;
  • dolore che si estende dall’interno del gomito attraverso il polso ed il mignolo;
  • una presa della mano debole;
  • dolore quando si stringono le mani;
  • difficoltà a muovere il gomito;
  • una sensazione di formicolio che si estende dal gomito all’anulare e alle dita;
  • gomito rigido;
  • polso indebolito.

 

CAUSE E FATTORI DI RISCHIO

L’uso eccessivo del tendine è una delle cause più comuni di epicondilite mediale, infatti, piccole lacerazioni al tendine possono verificarsi dopo ogni attività ripetuta più volte. Nel corso del tempo, queste lacerazioni possono portare a gonfiore e dolore.
L’epicondilite mediale colpisce regolarmente gli atleti e le persone che praticano i seguenti sport:
  • golf
  • tennis, racquetball o squash
  • sollevamento pesi
  • baseball
  • canottaggio
Altri possono essere a rischio a causa di attività svolte sul lavoro. Qualsiasi attività che implichi una continua torsione o flessione del polso può mettere a dura prova il tendine. Le persone in occupazioni ad alto rischio includono:
  • macellai
  • Idraulici
  • muratori
  • utenti regolari di computer
  • lavoratori della catena di montaggio
  • cuochi
  • pittori

 

QUANDO È OPPORTUNO RIVOLGERSI AD UN MEDICO

Ogni volta che una persona soffre di dolore persistente, inspiegabile, dovrebbe cercare assistenza medica per determinare la causa e trovare una soluzione.
Se una persona può identificare l’attività che sta causando la sua epicondilite mediale, l’interruzione dell’attività alla fine ridurrà il dolore.
Il riposo porterà spesso a miglioramenti. Tuttavia, le persone con sintomi gravi o che hanno un sollievo limitato dopo un periodo di riposo dedicato, dovrebbero consultare un medico. Il medico sarà in grado di diagnosticare la causa del dolore e suggerire le opzioni di trattamento.

 

DIAGNOSI

Solo un medico può diagnosticare l’epicondilite mediale ed un esame fisico è spesso tutto ciò che è necessario.
Il medico probabilmente chiederà informazioni sulle attività quotidiane a casa ed al lavoro ed in alcuni casi, vorrà prendere una radiografia del braccio.
L’esame fisico comporterà la posa dell’avambraccio su un tavolo con il palmo rivolto verso l’alto. Il medico applicherà quindi una pressione sulla mano e chiederà alla persona di flettere la mano verso il polso.
L’epicondilite mediale verrà diagnosticata se la persona avverte dolore sul lato interno del braccio durante la flessione del polso.

 

COMPLICAZIONI

Le complicazioni da epicondilite mediale sono rare. Se una persona smette di svolgere l’attività che ha causato la condizione o la esegue meno spesso, si otterrà un miglioramento.
Solo coloro che continuano con l’attività problematica per necessità o incuranza, nonostante il dolore, tendono a sperimentare ulteriori problemi. In questi casi, una persona potrebbe dover effettuare un intervento chirurgico per correggere la condizione.

 

TRATTAMENTO

Un tutore può aiutare a fornire supporto al gomito ed alleviare i sintomi.
Il trattamento iniziale per l’epicondilite mediale può iniziare prima che una persona veda un medico. Riposarsi dall’attività problematica può alleviare il dolore in pochi giorni.
Per aiutare il recupero, una persona può anche:
  • applicare il ghiaccio sul gomito e sulla parte interna dell’avambraccio;
  • prendere farmaci anti-infiammatori o anti-dolorifici;
  • praticare esercizi di rafforzamento;
  • allungare l’avambraccio;
  • utilizzare un tutore per ulteriore supporto;
  • tornare gradualmente all’attività che coinvolge il braccio.
In alcuni casi, un medico può anche raccomandare:
  • iniezioni di corticosteroidi per ridurre l’infiammazione;
  • chirurgia;
  • iniezioni di proteine ricche di plasma.
La chirurgia verrà presa in considerazione se le altre opzioni di trattamento non hanno funzionato, così da permettere al chirurgo di rimuovere il tessuto danneggiato. Possono anche essere rimossi gli accumuli di tessuto cicatriziale o di osso extra, che potrebbero esercitare pressione sul tendine.

 

ESERCIZI

Esercitare e allungare i muscoli del braccio può aiutare a prevenire o guarire l’epicondilite mediale. Chiedi a un dottore o fisioterapista di fare esercizi, come quelli elencati qui sotto. Probabilmente avranno suggerimenti più personalizzati.
Stringere una palla di gomma morbida
Questo è un semplice esercizio che coinvolge una palla di gomma morbida o un anti-stress. Posiziona la palla nel palmo della mano e stringi il pugno intorno ad essa. La ripetizione di premere e rilasciare rafforzerà l’avambraccio.
Estensioni del dito
Stringere tutti e cinque i polpastrelli insieme con un elastico attorno. Allontana le dita l’una dall’altra fino a quando l’elastico lo consentirà.
Estensioni del polso
Prima di eseguire questo esercizio, prendi un peso di ½ kilogrammo. Posizionare l’avambraccio infortunato su un ginocchio o un tavolo e con la mano sospesa sul bordo. Tieni il peso in questa mano e lentamente alzalo e abbassalo.
Pronazione e supinazione dell’avambraccio
Questo esercizio richiede un oggetto relativamente pesante, come un martello ad esempio.
Posare l’avambraccio danneggiato su un tavolo o un ginocchio per assicurare la stabilità. Per iniziare, tieni l’oggetto in modo che il palmo sia parallelo al corpo. Ruota la mano in modo che il palmo sia rivolto verso il basso. Tornare alla posizione iniziale, quindi ruotare la mano in modo che il palmo sia rivolto verso il soffitto.

 

PREVENZIONE

Esistono diversi modi per prevenire l’epicondilite mediale. Un modo è quello di rafforzare i muscoli correlati facendo esercizi, come quelli sopra menzionati.
Altre opzioni potrebbero essere:
  • utilizzare la posizione corretta durante attività come il golf o il tennis;
  • stretching prima e dopo l’attività;
  • interrompere qualsiasi attività che inizi a causare dolore.

     

Scopri i tutori su misura realizzabili con la stampa 3D

 

Scarica la brochure di Holey!

Lascia qui la tua mail e riceverai il nostro PDF

Il tuo nome

La tua email


Get the brochure!

Leave here your E-mail and you will recive the brochure in PDF

Your name and lastname

Your E-mail